Arrow 2 ∼ Finale di stagione

Arrow 2×21: “Per il bene altrui” 2×22: “Strade di fuoco” 2×23: “L’impensabile”

Arrow Finale stagioneEro convinta che Isabel fosse morta!! Poco importa perché nella serata dedicata al finale di stagione di Arrow ho finalmente potuto assistere alla sua definitiva esecuzione per mano di Nyssa, Dio grazie! Andiamo con ordine perché in questi ultimi tre episodi ne sono successe di cose… dopo la scioccante scomparsa di Moira mi aspettavo una crisi esistenziale da parte di Oliver e così è stato, fortunatamente per lui (e per noi) ci pensano Felicity, Diggle e Laurel (che ora sa tutta la verità) a farlo rinsavire e a fargli capire che la città ha bisogno di lui ora più che mai! La narrazione di queste tre puntate mangiate tutte di fila è stata decisamente eccezionale; se all’inizio detestavo quei continui flashback dell’isola, questa volta erano fondamentali per comprendere il legame tra Oliver e Slade, un legame che li ha visti antagonisti fino all’ultima scena di questa seconda stagione. Ammirevole la scelta di presentarci il loro scontro sulla nave in contemporanea a quello di Starling City, in entrambi i casi Slade ne esce sconfitto, ma questa volta, caro Oliver, gli avrei dato il colpo di grazia… altro che “grazie a te Slade, sono un eroe”, ma perché non l’hai fatto fuori una volta per tutte?! Non è mancata l’azione, con quelli che chiamo pugni e pacche, specialmente nell’ultima puntata con lo scontro tra la Lega degli Assassini e Arrow vs Slade e il suo esercito, non è mancata la morte di Blood, che alla fine si rende conto di essersi fidato della persona sbagliata, non sono mancate le scene Olicity (di cui vado fiera…io a quel “Ti amo Felicity” ci ero cascata e ci credo ancora!) e non è mancato un grande ritorno: Malcolm Merlyn, così fiero che la sua bambina abbia tentato di ucciderlo (Thea non si è fatta problemi…quasi quasi inizia a spaventarmi!).

Questa seconda stagione si chiude con il botto e con un miglioramento/peggioramento di alcuni personaggi: Oliver/Arrow migliora dal punto di vista umano, decidendo di salvare Roy e Slade dal mirakuru, affronta molte sfide e perde molto in questa seconda stagione, ma ne esce comunque da eroe; Moira Queen passa dalla madre di ghiaccio che convive con segreti scomodi a madre che sacrifica la propria vita per amore dei suoi figli, con quel gesto Moira ha recuperato tutti i punti persi; Laurel Lance da alcolizzata, lunatica, viziata rompiballe, alla fine si rende conto dell’enorme sacrificio di sua sorella e Oliver, ritrovando il possibile giusto equilibrio e azzarderei la sanità mentale; Thea Queen/Merlyn da ragazzina che tutti cercavano di proteggere si trasforma in una giovane donna dal grilletto facile…mi preoccupa il suo avvicinamento a Malcolm; Roy Harper ora che Thea l’ha mollato non gli resta che indossare la maschera rossa e aiutare Arrow; Felicity non ha fatto un grande aggiornamento del suo software, resta sempre la stessa ed è il nostro punto di riferimento (semplicemente fantastica); Diggle… sono felice che presto diventerà padre, ma questo cambiamento vorrà dire che dovrà rivedere il suo ruolo nelle missioni contro il crimine, no? Sara Lance non mi è mai piaciuta particolarmente e non ho visto in lei chissà quale trasformazione…certo, ora si sta convincendo di essere un’eroina, ma tornare a far parte della Lega degli Assassini non è proprio il modo più semplice per dimostrarlo…; Quentin Lance da semplice poliziotto, arrestato per aver collaborato con Arrow, torna a rivestire i panni di detective.. ohi Quentin, mi raccomando eh! Vedi di non morire adesso!

Ora che il capitolo isola infernale si è definitivamente (?) concluso, l’ultima clip ci rivela come Oliver sia entrato in contatto con Amanda Waller e l’A.r.g.u.s. ….mi aspetto ancora tanti flashback nella terza stagione, ma sarà un piacere vedere un’ambientazione diversa!

Arrow 2×19 & 2×20

Arrow 2×19: “L’uomo sotto il cappuccio” 2×20: “Vedere rosso”

Arrow 2x19.20Sono felicissima di scrivere che finalmente Isabel ci ha lasciati, era ora. Dopo questa bellissima notizia andiamo a capire cosa ci hanno lasciato queste due puntate che anticipano il finalone di stagione che andrà in onda questa sera. La presenza di continui rimandi a Barry mi riempie di gioia, ma credo ci sia un tempo per tutto e presentarci già due personaggi che sicuramente (visto il promo di Flash) faranno parte della nuova serie aveva un suo perché, adesso perciò concentriamoci su Slade, su Laurel, su Oliver e sul gran casino che ha fatto Roy in questa puntata. Roy, si, credevo se ne fosse andato per un po’ e invece riappare come cavia per gli esperimenti di Slade, che lo trasforma in una vera e propria macchina da guerra capace solo di distruggere qualsiasi cosa e avere allucinazioni di Thea che gli consiglia amorevolmente di ucciderla…ma che bello! Mi consolo con il fatto che di fronte alla ragazza che cerca di fargli tornare alla memoria il loro grande amore, Roy non si lasci condizionare, anzi…più lei parla più le stringe la mano sul collo per farla stare zitta! Peccato non ci sia riuscito definitivamente…no, dai scherzo, povera Thea… certo che però è un po’ pesante sta ragazzina, vuole sapere tutto di tutti… a volte l’ignoranza è l’unica salvezza, non lo sai? Pensa a Oliver che non sa neanche di avere un figlio che vive chissà dove! Moira questa non me la dovevi fare…prima o poi Oliver lo scoprirà? E cosa comporterà questa scoperta? Il suo rapporto con Sara ormai lo considero chiuso, una storia che non mi appassionava e che finalmente si è conclusa, mentre Laurel? Ha senso parlare ancora di un suo coinvolgimento? Concludo questa penultima fase di delirio su Arrow con un pensiero rivolto a Moira Queen, una donna dalle mille facce, una donna che non si è mai voluta togliere la maschera, una madre che ha sempre saputo la verità sui suoi figli, ma che ha preferito tacere per la loro salvezza, una donna che prima di tutto era una madre…il suo sacrifico ha annullato tutte le sue colpe e, Moira, ti vogliamo bene…nonostante tutto.

Arrow 2×17

Arrow 2×17: “Uccelli rapaci”

Arrow 2x17Settimana scorsa l’avevo nominata nel commento alla puntata di Tomorrow People e non si è fatta attendere: Helena Bertinelli is back! Il ritorno in scena della ragazza killer è breve e spero sia solo una parentesi chiusa adesso che suo padre è morto e lei ha la residenza nel carcere di Starling City, mettiamola così Arrow si è preso due settimane di vacanza dalla trama principale con due episodi che non hanno niente a che fare con Slade e il suo piano di vendetta… pessima scelta! Quando dai al pubblico uno scossone non puoi lasciarlo in sospeso per così tanto tempo senza far succedere niente di interessante, questi ultimi due episodi sono stati un flop! L’unico personaggio che si salva in tutto questo marasma è Laurel, che riprende in mano la sua vita e il suo lavoro, ma chissà per quale motivo non riconosce sua sorella nelle vesti di Black Canary… dai….manco avesse un travestimento ben fatto! Sorvoliamo va… perché non c’è verso di far aprire gli occhi ai personaggi di questa serie… come non li aprirà mai Thea, che ancora crede nella sincerità di suo fratello, ma non si accorge che in realtà tutti attorno a lei le stanno solo mentendo, come il povero Roy, che si ritrova costretto a farsi lasciare per non rischiare di farle del male (tesoro, volevo solo venire lì e abbracciarti, povero ragazzo…). Tutto il male non viene per nuocere però: Slade si rifà vivo a fine puntata, non si sa come e perché ma si imbatte in Thea durante un giretto notturno in macchina, lei ovviamente non rifiuta il passaggio, certo l’hai visto una sola volta e subito ci sali in macchina! Possibile che questa ragazzina non abbia un autista privato o una guardia del corpo?! Sua madre è in corsa per diventare sindaco e non si preoccupa della sicurezza della figlia? Bah…per concludere, qualcuno mi spiega il titolo della puntata?

Arrow 2×16

Arrow 2×16: “Squadra suicida”

Arrow 2x16Ormai il fine settimana è dedicato al recupero delle tre serie perse il martedì sera (perché se mi metto a vedere 5 episodi di fila finisce che vado a dormire alle 2!) e quindi eccomi qui a tirare le somme del primo recuperato: Arrow. La storia di Slade impazzito a causa del mirakuru e della perdita di Shado (che poi non se lo filava di striscio visto che andava a letto con Oliver!) è stata accantonata per lasciare spazio a Diggle nuovamente in missione con la ex moglie e con un nuovo alleato, Deadshot, due palle… mi sono dovuta sorbire una puntata che aveva come unico obiettivo quello di allungare il brodo, qualcuno vuole spiegarmi a cosa servono episodi come questo? Sarà che alla fine abbiamo avuto un nodo di congiunzione tra Oliver e Amanda (il capo di Layla) che scoprono di avere Slade come nemico in comune, ma era proprio necessario farci assistere alla missione della squadra suicida? Il suicidio era la mia unica via d’uscita… per non parlare poi dei sensi di colpa di Oliver e del suo atteggiamento nei confronti di Sara, con Laurel che ricopre il ruolo di pacere e terapista di coppia… dammi una lametta che mi taglio le vene!